Lombardia Europa 2020

Pubblicato sabato 9 maggio 2020

Giornata dell'Europa

Segnata dall'emergenza Covid, le istituzioni europee celebrano i 70 anni della Dichiarazione Schuman

di Redazione Lombardia Europa 2020

sabato 9 maggio 2020

In occasione del discorso a Parigi, nel 1950, l'allora ministro degli Esteri francese esponeva la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l'Europa, che avrebbe posto un argine a una guerra tra le nazioni europee


Festa dell’Europa ai tempi del Corona virus. Si celebra il 9 maggio la giornata dedicata all’Unione che ha portato nel vecchio continente “pace e stabilità”. A settant’anni dalla dichiarazione dell’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman che precedette di un anno la firma del trattato che istituì la Ceca (Comunità del carbone e dell’acciaio) e a seguire le ulteriori istituzioni che portarono all’attuale Unione europea, quest’anno la ricorrenza è segnata dalla terribile emergenza sanitaria, economica e sociale causata dall’epidemia del Covid.

In occasione del discorso a Parigi, nel 1950, Schuman esponeva la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l'Europa, che avrebbe posto un argine a una guerra tra le nazioni europee. Schuman, in un periodo difficilissimo segnato dai devastanti effetti del conflitto in tutti i paesi, proponeva la creazione di una Comunità europea i cui membri aderenti, a partire da Francia e Germania, avrebbero messo in comune le produzioni di carbone e acciaio su cui in passato si erano scatenati i più devastanti conflitti.

"La pace mondiale - così iniziava il suo discorso Schuman, per il quale la leva fondamentale per un futuro prospero senza guerra era la solidarietà tra i popoli e gli Stati - non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che li minacciano".

La Ceca (i cui primi fondatori furono Francia, Germania occidentale, Italia, Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo), istituita nel 1951, meno di un anno dopo la dichiarazione Schuman, è stata la prima di una serie di istituzioni sovranazionali che avrebbero condotto a quella che sarebbe diventata in seguito l’Unione europea. Nel 1957, a Roma, fu firmato il trattato costitutivo della CEE, entrato in vigore il 1 gennaio del 1958, che poneva la sede della nuova istituzione a Bruxelles. Partita inizialmente in sordina, tra gli anni Cinquanta e Sessanta, la CEE si rivelò un formidabile traino per la ripresa e lo sviluppo, grazie soprattutto allo sviluppo delle connessioni infrastrutturali e del mercato comune favorito dalle prime iniziative di riduzione e di armonizzazione delle tariffe doganali e alla promozione del progressivo libero movimento di lavoratori e merci.

Alla vigilia del 9 maggio, la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha sottolineato il forte richiamo alla solidarietà sottolineato da Schuman, che allora come oggi, in piena emergenza Covid, è necessaria per superare una gravissima crisi: "L'obiettivo della solidarietà europea è più valido che mai. All'inizio della crisi la solidarietà è stata messa a dura prova ma poi abbiamo iniziato a condividere e ad aiutarci: solidarietà di fatto. Una solidarietà che deve continuare."

E in una lettera congiunta pubblicata nel giorno dell’Europa dal Corriere della Sera, i presidenti del Parlamento, David Sassoli, del Consiglio Charles Michael e della Commissione von der Leyen, hanno sottolineato con ancora più forza e coesione analisi e obiettivi: “L'Europa che uscirà da questa crisi non potrà più essere la stessa. Innanzitutto, dobbiamo fare di più per migliorare la vita dei più poveri e dei più vulnerabili. Erano troppe in Europa le persone che, ancor prima che questa crisi cominciasse, lottavano per arrivare alla fine del mese. Oggi a milioni di persone che hanno perso il loro lavoro o la loro impresa si prospetta un futuro incerto. I giovani e le donne sono stati particolarmente colpiti e hanno bisogno di un sostegno concreto e determinato. L'Europa deve dar prova di coraggio e fare tutto ciò che serve per proteggere la vita degli europei e fornire mezzi di sussistenza ai suoi cittadini, in particolare nelle aree dove la crisi si è fatta sentire maggiormente”.

La generazione degli anni Cinquanta – hanno concluso il loro intervento sul quotidiano - pensava che sulle rovine della guerra si potessero costruire un'Europa e un mondo migliori. Come poi è avvenuto. Se impariamo queste lezioni, se rimaniamo uniti nella solidarietà e con i nostri valori, allora l'Europa potrà emergere anche questa volta dalla crisi, più forte di prima”.

La Presidente von der Leyen e tutti i Commissari per tutta la giornata del 9 maggio comunicheranno con i cittadini europei sui social media, tramite videomessaggi, webinar, video dibattiti, seminari online e apparizioni nei mezzi di comunicazione scritti e audiovisivi.

(Marcello Volpato)

 

Non sono presenti aree di interesse

Commenti

Nessun commento

Non c'è ancora nessun commento

Lascia un commento

Occorre effettuare il login per inviare un commento

Agenda

News

Lombardia Europa 2020

Pubblicato giovedì 15 ottobre 2020

Regione Lombardia e i fondi europei

Primo webinar informativo con Federica Marzuoli ed Egidio Longoni.

di Redazione Lombardia Europa 2020

Illustrata l'azione di Palazzo Lombardia nella gestione della programmazione dei fondi 2014-2020 e l'approccio verso il quadro pluriennale 2021-2027 e il Recovery Plan...

Non sono presenti aree di interesse


Lombardia Europa 2020

Pubblicato venerdì 2 ottobre 2020

Saperne di più sull’Europa

Al via i webinar di approfondimento. Iscrivitevi

di Redazione Lombardia Europa 2020

Parte il 15 ottobre il ciclo di incontri dedicati ai partecipanti al progetto Lombardia Europa 2020. Approfondimenti su Recovery plan, ruolo di Regione Lombardia a supporto dei territori, partnership e reti europee...

Non sono presenti aree di interesse


Lombardia Europa 2020

Pubblicato giovedì 24 settembre 2020

Lecco inizia a europrogettare

Primo di una serie di tavoli con l'esperto che aiuterà i Comuni del lecchese aderenti

di Redazione Lombardia Europa 2020

Ipotesi di lavoro sui temi ambientali legati a mobilità, riqualificazione e valorizzazione del territorio, risparmio energetico...

Non sono presenti aree di interesse


Realizzato con il sostegno di

Realizzato con il Sostegno