Progetto

ll progetto LOMBARDIA EUROPA 2020, mira alla creazione di Servizi Europei d’Area vasta volti a promuovere lo sviluppo di modelli territoriali di rete per  favorire la collaborazione e la gestione associata dei servizi  per rafforzare la capacità degli enti locali di utilizzare i fondi della programmazione europea, in coerenza con le priorità programmatiche regionali, e di attrarre e utilizzare risorse europee per realizzare politiche territoriali.

Nell’ambito del riordino complessivo dell’assetto istituzionale la legge 56/14 (Legge Delrio) indica la possibilità di attivare forme flessibili di gestione associata tra i Comuni in Aree Vaste incoraggiando la Città Metropolitana e i Comuni capoluogo a proporre i propri servizi europei alle aree metropolitane e provinciali.

La legge introduce il tema innovativo – ma in linea con gli orientamenti dell’Unione europea – del governo cooperativo e collaborativo sulle politiche europee, in particolare quelle rivolte all’attuazione dell’Agenda urbana (Patto di Amsterdam del 2016).

Seav è una rete di soggetti pubblici che, anche in cooperazione con i soggetti del territorio, attiva progettualità innovative, seguendo quella logica del capacity building che può consentire di ottenere risultati utili e importanti perché duraturi.

 

Obiettivi specifici

  • Aumentare il livello di conoscenza dei funzionari pubblici sulle opportunità di finanziamento messe a disposizione dall’Unione Europea
  • Accrescere e perfezionare le competenze specialistico-operative del personale degli enti locali sulla programmazione e sulla progettazione europea,
  • Valorizzare le conoscenze e l’esperienza già presenti sulle politiche, gli strumenti finanziari della programmazione europea e sulle tecniche di europrogettazione e gestione dei progetti.
  • Attivare strategie di cooperazione e collaborazione amministrativa ispirate al modello sussidiario della “rete” (rete di servizi locali europei) tra istituzioni e/o organizzazioni di livello differente, dello stesso livello o in forma ibrida, così da permettere l’istituzione dei SEAV.

 

Risultati attesi

  • Attivazione di una rete di governance delle politiche europee territoriali in grado di attivare processi di cooperazione tra Comuni, Province, Unione dei comuni, Zone omogenee e Aree vaste;
  • Creazione di una rete di attori pubblici e privati con competenze specifiche in materia di programmazione e progettazione europea in grado di attivare processi progettuali a livello locale e favorire la presentazione di progetti europei (in sede europea);
  • Sensibilizzazione degli Amministratori, Dirigenti, Funzionari e Operatori pubblici sulla necessità di rilanciare le attività amministrative degli enti locali sui fondi europei;
  • Definizione, attraverso la sottoscrizione di n. 12 Accordi/Protocolli Seav, delle relative strategie attuative e avviamento del processo di implementazione dei servizi a livello locale;
  • Diffusione dei risultati del progetto su tutto il territorio regionale e sovra-regionale;
  • Creazione di strumenti per lo sviluppo di processi progettuali (Piattaforma interattiva, Programmi dettagliati dei Piani di formazione continua, Albo dei Seav-Coach, Registro di formatori in ambito di europrogettazione);
  • Creazione di una Community regionale sull’Europa (Club-Seav) che consenta sia di valorizzare tutte le opportunità economiche, relazionali e socio-culturali provenienti dall’Unione europea, sia di attivare processi di scambio e formazione continua delle competenze tecnico-amministrative dei partecipanti;
  • Sottoscrizione di Convenzioni Seav tra enti pubblici di differenti livelli quale base formale e sostanziale di relazione istituzionale volta a promuovere processi di programmazione territoriale sulle politiche europee alla luce di quanto previsto dalla legge 56/14 (Legge Delrio);
  • Definizione di Linee-guida e Regolamento organizzativo-gestionale dei Seav, quali strumenti-guida dei processi progettuali attivati a livello territoriale e tesi a presentare con continuità in sede europea progetti di qualità;
  • Informazione sulle opportunità europee e sulla possibilità di attivare processi cooperativi progettuali in ambito europeo;
  • Analisi dei principali modelli organizzativi delle autonomie locali, sia a livello europeo che nazionale, nell’accesso ai Fondi europei;
  • Analisi dello stato dell’arte ‘europeo’ in Regione Lombardia, delle esigenze e le potenzialità europee del territorio, con particolare riferimento alle competenze europee e alle potenzialità delle progettualità locali.

 

Step di progetto

  1. Governance del progetto Lombardia Europa 2020
  2. Azioni di comunicazione, diffusione e sensibilizzazione
  3. Formalizzazione dei SEAV (Accordi e Adesione)
  4. Analisi di sfondo: ricerca sugli enti locali lombardi su politiche e fondi europei
  5. Eventi informativi e formativi
  6. Focus-group sul fabbisogno di competenze europee
  7. EuroLab – Laboratori territoriali sulle politiche europee
  8. Sottoscrizione delle Convenzioni SEAV
  9. Star-Up SEAV: implementazione e assistenza

 

Materiali di progetto

Agenda

News

Lombardia Europa 2020

Pubblicato venerdì 10 gennaio 2020

I Fondi strutturali motore per la crescita pulita

La Commissione traccia un bilancio sull'impatto delle risorse su lavoro, imprese, sociale, ambiente

di Redazione Lombardia Europa 2020

Alla fine del 2018 il 72% delle risorse disponibili nei Fondi strutturali è stato impegnato. L’ammontare degli investimenti selezionati dagli stati membri è di 500 miliardi di euro, di cui 464 miliardi di euro già impegnati...

Non sono presenti aree di interesse


Lombardia Europa 2020

Pubblicato giovedì 19 dicembre 2019

European Green Deal

La Commissione presenta il piano, Vecchio continente “carbon neutral” entro il 2050.

di Redazione Lombardia Europa 2020

L'esecutivo ha messo a punto una road map che dovrà essere in grado di rendere sostenibile l’economia europea trasformando le sfide climatiche e ambientali in opportunità di sviluppo...

Non sono presenti aree di interesse


Lombardia Europa 2020

Pubblicato mercoledì 11 dicembre 2019

La terza dimensione europea

Tre lombardi nel nuovo Comitato delle regioni

di Redazione Lombardia Europa 2020

Il Consiglio Ue ha nominato i nuovi membri del Comitato delle Regioni che rappresenta le autorità locali e regionali dei paesi membri. Tra i nuovi componenti i lombardi Carmine Pacente, Anna Censi e Matteo Bianchi...

Non sono presenti aree di interesse


Realizzato con il sostegno di

Realizzato con il Sostegno